Progetti-Montrone

Campus Impresa

Dobbiamo recuperare l’intuizione originale delle scuole di formazione” spiega Diego Montrone, Presidente Galdus e scopritore di percorsi che sanno dare freschezza e praticità all’insegnamento. “Negli anni 60 gli Istituti professionali erano strettamente connessi all’industria. Anche oggi si possono riavviare percorsi per maestranze specializzate, utili veramente, se il dialogo con gli imprenditori avviene per rispondere concretamente e velocemente alle loro mutate esigenze”.

La ricerca sul campo, articolata in un parte qualitativa e in una quantitativa è condotta con l’obbiettivo generale di misurare la soddisfazione dei giovani lavoratori e delle imprese che li assumono per i servizi e la preparazione ottenuta negli Istituti professionali e nei Centri di Formazione Professionale (CFP).

Anche oggi gli istituti tecnici e professionali potrebbero avviare mestieri redditizi e capaci di reggere un sistema globalizzato nella valorizzazione dei mestieri e dei distretti industriali che rappresentano ancora una parte vera della competitività italiana.

È la passione educativa, la passione per il destino di ogni singolo ragazzo che ci muove” chiarisce Montrone al tavolo della riunione operativa su Campus Impresa di Galdus.

Come nel 1860-70, nella periferia di Torino, uno dei più grandi Santi sociali ha iniziato la formazione professionale, così noi oggi a 200 anni dalla nascita di San Giovanni Bosco (in realtà del Monferrato, Castelnuovo, allora in provincia di Alessandria) rilanciamo oggi un nuovo processo educativo che vada a coinvolgere i cosiddetti “esclusi”. Ancora oggi è possibile generare lavoro da esperienze di dolore da tanta parte del mondo giovanile e non solo, anche degli over 50.

Di fronte a questa situazione, invece di perdersi nelle analisi facciamo la fatica di metterci in discussione e sfidiamo lo scetticismo. Come Don Bosco ascoltiamo queste persone, una ad una e rispondiamo “cominciando a fare quello che è necessario” direbbe un altro grande Santo, Francesco di Assisi, “poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorpenderete a fare l’impossibile”.

 

———

 

Fondazione ITS Innovaturismo

Abbiamo lavorato intensamente nell’estate 2013 per presentare questo progetto e ora la nuova Fondazione è realtà!” dichiara Montrone tra i fondatori che hanno firmato dal Notaio lo scorso 27 marzo 2014. InnovaTurismo darà vita a percorsi “innovativi”, appunto, di alta formazione e specializzazione nel settore del Turismo.

I soci fondatori sono:

Istituto Paolo Frisi
Fondazione Capac Politecnico del Commercio
Galdus Società Cooperativa Sociale
Centro Formativo Provinciale “Zanardelli”
Fondazione Enaip Lombardia
Federalberghi Lombardia
Consorzio Adamello Ski
Incoming Partners srl
Lario Fiere
Manpower SpA
Provincia di Milano
Consorzio Italbiotech
Ente Bilaterale del Turismo della Provincia di Como
ENAC Lombardia CFP Canossa Sede di Brescia
I.P.S.S.C.T.S. “Pessina”

Partecipano:

Alpigroup srl
B&C Gest
Comunità Montana della Valle Camonica
Hotel Mirella sas
Istituto di Istruzione Superiore “Bertarelli”
Istituto di Istruzione Superiore “Meneghini”
Istituto di Istruzione Superiore “Olivelli – Putelli”
Istituto di Istruzione Superiore “Tassara – Ghislandi”
Istituto Tecnico Commerciale “Tosi”
Libera Università di Lingue e Comunicazione – IULM